COVID-19 E L’IMPORTANZA DI UNA CORRETTA IGIENE DELLE VIE RESPIRATORIE

Acqua termale: cos’è?
L’acqua termale, solitamente venduta in formato spray, è
un prodotto versatile e multifunzionale. Ricchissima di minerali
e sostanze preziose per la pelle, può essere utilizzata sia in estate,
per rinfrescare, sia in inverno.
Con il termine “termale” si indica un’acqua presente nel
sottosuolo la cui temperatura va dai 20 ai 63 gradi. Più la
temperatura è alta, maggiore è la quantità di minerali presenti
nell’acqua termale. Solitamente l’acqua termale viene
confezionata pura, senza alcun tipo di aggiunta e direttamente alla
fonte per conservarne inalterate le importanti caratteristiche.
Acqua termale: classificazioni
La classificazione dell’acqua termale viene stabilita in base alla concentrazione di sali minerali
presenti nella stessa.
Le acque termali possono infatti essere:
Isotoniche: se hanno una concentrazione di sali minerali del tutto simile a quella del
sangue;
Ipertoniche: se possiedono un’alta concentrazione di sali minerali.
Caratteristiche dell’acqua termale
A caratterizzare l’acqua termale è senza dubbio la presenza massiccia di minerali che ne
determina successivamente i benefici.
I minerali più comuni presenti nell’acqua termale sono:
magnesio: stimola la rigenerazione e la cicatrizzazione della pelle;
calcio: protegge e preserva i tessuti cutanei rinforzandone le difese;
manganese: potente antiossidante che stimola la rigenerazione cellulare combattendo così
l’invecchiamento cutaneo;
potassio: idrata in profondità le cellule che caratterizzano il tessuto cutaneo;
silicio: rigenera e rende maggiormente compatta l’epidermide;
rame: un potete anti infiammatorio che previene e lenisce eventuali irritazioni;
ferro: fornisce ossigeno alle cellule che caratterizzano i tessuti cutanei agevolandone lo
sviluppo;
zinco: stimola la crescita cellulare e ne favorisce il naturale turn over.
Il pool di minerali, presenti in quantità massiccia nell’acqua termale, riequilibrano il naturale pH della pelle e la
idratano in profondità preservandola dallo stress ossidativo e dai danni dovuti agli agenti atmosferici.

 

Acqua delle Terme di Abano Salsobromoiodica
ACQUA DELLE TERME DI ABANO nelle formulazioni ISOTONICA ed IPERTONICA Dispositivo medico in classe I
Indicato per la sinusite, la rinite, la rinite allergica ed i lavaggi nasali quotidiani.
Acqua delle Terme di Abano grazie alle note proprietà terapeutiche della sua Acqua Termale possiede attività
antiinfiammatoria, decongestionante e fluidificante ed è indicata per:
Sinusite, rinite, rinite allergica e lavaggi nasali.

ACQUA DELLE TERME DI ABANO ISOTONICA
Indicato per la sinusite, la rinite, la rinite allergica ed i lavaggi nasali quotidiani.
Acqua delle Terme di Abano è molto meglio tollerata e più sicura delle acque sulfuree.
Oltre all’efficacia terapeutica dell’acqua è altrettanto importante l’azione meccanica che il dispositivo medico è in grado di
esplicare. Buon getto con erogatore adatto al bambino e all’adulto. L’irrigazione nasale effettuata per mezzo del pratico
erogatore anatomico aiuta ad eliminare polvere, sporcizia, muco, batteri, virus e allergeni dal naso.
Molte bombolette, quelle di vecchia generazione, inclusi i dispositivi medici a stantuffo manuale, non erogano l’acqua se sono
inclinate e quindi non permettono di lavarsi il naso secondo la metodica corretta. Infatti se Lei si lava il naso stando in posizione
eretta, l’acqua va tutta in gola non assolvendo alla sua funzione di pulizia delle fosse nasali.
Bomboletta con applicatore da 125 ml.

ACQUA DELLE TERME DI ABANO IPERTONICA 3%
Indicata per la sinusite, la rinite e la rinite allergica in fase acuta; in presenza di muco.
Tutti i concetti espressi per la Isotonica valgono anche per la Ipertonica. Unica attenzione è l’utilizzo della soluzione
Ipertonica in acuto, quando siamo in presenza di una congestione nasale, in presenza di muco.
Utilizzare i lavaggi per un periodo ristretto di tempo massimo 10 giorni, poi passare alla isotonica. Non utilizzare per
i lavaggi nasali quotidiani.
Bomboletta con applicatore da 125 ml.

 

ISTRUZIONI PER L’USO

1) Togliere il cappuccio protettivo della bomboletta.
2) Appoggiare l’erogatore anatomico alla base della narice.
3) Esercitare una lieve pressione alla base dell’erogatore inspirando
contemporaneamente con il naso
4) Ripetere l’operazione nell’altra narice
5) Dopo ogni utilizzo lavare l’erogatore con acqua

COVID-19 E L’IMPORTANZA DI UNA CORRETTA IGIENE DELLE VIE RESPIRATORIE

Consigli per una corretta esecuzione del lavaggio nasale:
Durante il lavaggio la testa deve essere ruotata in modo che la narice attraverso la quale si fa entrare la soluzione sia
leggermente più alta dell’altra. la soluzione uscirà dall’altra narice più in basso e solo in minima parte verrà percepita
nel cavo orale.
Non orientare il getto verso il setto nasale, ma verso l’alto e l’esterno del naso. Si deve essere leggermente piegati in
avanti su un lavandino che raccoglierà tutte le secrezioni.
Durante il lavaggio nasale bisogna respirare con la bocca
Terminato il lavaggio è consigliabile soffiarsi il naso per eliminare le secrezioni e la soluzione residua
Ripetere l’applicazione più volte al giorno secondo necessità
Quando è utile eseguire i lavaggi nasali?
Nel caso di rinite allergica, per rimuovere gli allergeni e le sostanze, prodotte dal paziente allergico, che provocano
l’infiammazione tipica dell’allergia (istamina e leucotrieni). Questo esito si ottiene soprattutto mediante lavaggi nasali
frequenti. L’effetto del lavaggio nasale dura qualche ora e potenzia l’azione degli antistaminici e degli spray con
cortisone.
Nella rinosinusite acuta o cronica, malattia caratterizzata da scolo di muco o pus in gola, ostruzione e secrezioni
nasali, dolore vicino agli occhi e al naso, tosse e a volte febbre. In questa situazione il lavaggio nasale decongestiona
la mucosa ed aumenta l’efficacia degli antibiotici.
Nella rinite batterica e nel raffreddore comune (virale).
Nei soggetti che continuano a schiarirsi la gola per la presenza di secrezioni nel retro faringe
Nei pazienti che russano in conseguenza dell’ostruzione nasale.
Nei soggetti esposti al fumo o ad altre sostanze irritanti e che si sentono il naso secco (riniti atrofiche ed essiccanti).
Nei soggetti con orecchie chiuse mentre sono in alta montagna, in aereo o dopo immersione subacquea.
Nella poliposi nasale.
Dopo interventi chirurgici del naso (rinoplastica, settoplastica, resezione dei turbinati nasali ed etmoidectomia) per
questa indicazione consultare il medico curante.
Benefici derivanti da una corretta igiene nasale
Migliora la respirazione grazie ad un’efficace disostruzione nasale.

Riduce i disagi causati dagli allergeni.
Riduce la sintomatologia correlata agli episodi infettivi delle vie aeree e dei seni paranasali (migliorando la rimozione
del muco).
Aiuta un più rapido decorso post-operatorio in caso di interventi chirurgici al naso e ai seni paranasali.
Migliora qualità del sonno.
Favorisce la riduzione del consumo di farmaci locali e sistemici utilizzati per le patologie di cui sopra.
Ingredienti:
Acqua termale salsobromoiodica isotonica del Bacino Termale Euganeo

X
Add to cart